Kit protettivo ginecologia – guaina protettiva per sistemi ottici isteroscopio

Kit Protettivo Ginecologia - Guaina Protettiva Per Sistemi Ottici di Ginecologia - Xmed S.r.l.

ENDOSHAFT COVER® GYNECOLOGY LINE

Xmed s.r.l. nasce nel 2001 a Mirandola, cuore del più importante distretto biomedicale europeo ed è una società operante nel settore dei dispositivi medici monouso, in particolare per endoscopia. Negli ultimi anni ha ideato e realizzato un nuovo dispositivo monouso per ginecologia ENDOSHAFT COVER® GDK che unisce tradizione ed innovazione e consente di raggiungere nuovi standard qualitativi nel campo.

Il dispositivo in questione è un rivestimento protettivo, sterile e monouso per isteroscopi rigidi che garantisce la protezione del paziente dal rischio di infezioni crociate. In particolare, garantisce una barriera efficace e testata, per i microrganismi fino a 26nm di diametro (Bacillus Subtilis, batteriofago MS2 e prione BSE). Tale dispositivo fornisce un’alternativa veloce ed efficace alla rigenerazione dell’endoscopio ed assicurano sterilità ad ogni procedura.

Dal punto di vista tecnico l’utilizzo di tale dispositivo non comporta alcuna variazione alla procedura e la visione in entrambi i casi risulta di ottima qualità.

Il dispositivo garantisce un incremento del numero di visite effettuabili giornalmente, poiché annullano i tempi necessari per la sterilizzazione dello strumento, diminuendo drasticamente le liste di attesa ed aumentando la produttività del reparto.

Grazie al Custom Made Program Xmed srl risponde in modo flessibile alle diverse esigenze, realizzando soluzioni personalizzate.

Il dispositivo ENDOSHAFT COVER® G.D.K. è indicato per esami diagnostici effettuati con isteroscopi rigidi.

Il kit con flusso monodirezionale è composto da due parti:

  1. una camicia monouso completa di rubinetti per l’afflusso e il reflusso della soluzione fisiologica;
  2. una guaina Endoshaft Cover Plus.

La camicia esterna, realizzata in materiale polimerico altamente performante, consente il passaggio dei fluidi di distensione ed è internamente collegata alla guaina Endoshaft Cover® Plus che garantisce la sterilità dell’intero sistema ottico. Il dispositivo è realizzabile anche con copri telecamera.

La parte distale degli isteroscopi è protetta da un’apposita lente in grado di accoppiarsi perfettamente alla conformazione distale dello strumento, garantendone una visione ottimale sovrapponibile a quella ottenuta con i tradizionali metodi.

Il confezionamento del dispositivo è in busta singola sterile, dotata di etichetta triplex che consente di trasferire facilmente i dati di tracciabilità sulla cartella del paziente.

È possibile realizzare GDK con diverse angolazioni di visione ed inoltre è disponibile nelle versioni con e senza copri telecamera per strumenti con attacco Storz e Wolf.

Passiamo ora ad analizzare il corretto protocollo di utilizzo del dispositivo.

  1. Prima di inserire l’isteroscopio all’interno del dispositivo G.D.K. pulire accuratamente la parte distale dell’ottica con soluzioni adeguate ed asciugare con materiali idonei che evitino la perdita di filamenti.
  2. Accertarsi che il tubo dell’isteroscopio e l’estremità distale siano perfettamente asciutte.
  3. Preparare l’isteroscopio collegando il cavo luminoso.
  4. Aprire la confezione. Posizionare camicia e guaina sul telo sterile. Assicurarsi che le alette siano in posizione di massima apertura ed impugnare con una mano il connettore del dispositivo G.D.K.
  5. Afferrare la guaina per il connettore ed inserire l’isteroscopio fino a far collimare la punta con la lente della guaina.
  6. Assicurarsi che l’inclinazione della parte distale dello strumento coincida con l’inclinazione della lente della guaina.
  7. Ruotare l’isteroscopio di 90° in modo che il raccordo della guaina si blocchi sullo strumento.
  8. Inserire lo strumento su cui è stata montata la guaina all’interno della camicia fintantoché non avvenga il totale inserimento del raccordo conico dello strumento.
  9. Fissare il sistema abbassando il blocco mobile, il quale garantirà una maggior stabilità al sistema.
  10. Agganciare la telecamera all’isteroscopio e srotolare l‘eventuale copritelecamera.
  11. Chiudere i rubinetti ed agganciare la linea di infusione al rubinetto di mandata della camicia rigida e la linea per il deflusso, qualora presente, al rubinetto opposto.
  12. Eseguire l’esame.
  13. Una volta terminato l’esame sganciare il dispositivo: riportare il blocco mobile nella posizione iniziale e ruotare delicatamente lo strumento di 90°, in modo da liberare lo strumento stesso.
  14. Sfilare il dispositivo G.D.K. e gettarlo nell’apposito contenitore.
  15. A questo punto lo strumento è disponibile per un nuovo esame.
Guarda il video

RICHIEDI INFORMAZIONI

Nome

Cognome

Email

Telefono

Messaggio

Compilando il form stai accettando la nostra informativa sulla privacy in tutte le sue finalità.

Xmed S.r.l.

Via Statale Sud, 113 - Mirandola (MO) - Italy

Tel.: +39.0535.611467 - Fax: +39.0535.607564
E-mail: [email protected] - Pec: [email protected]

Tutti i materiali reperibili nel sito web Xmed s.r.l. possono essere scaricati o stampati esclusivamente per uso personale e non commerciale. Ogni pagina o parte di essa non può essere venduta, pubblicata, modificata, riprodotta o sottoposta ad altro trattamento senza l'approvazione scritta di Xmed s.r.l.

Certificazioni