SETTIMANA INTERNAZIONALE PER LA PREVENZIONE DELLE INFEZIONI: I PILASTRI DELLA PREVENZIONE

 

In questa Settimana Internazionale per la Prevenzione delle Infezioni, condividiamo qui una breve carrellata riguardo a come applicare questa prevenzione alla nostra vita quotidiana, secondo questi pilastri principali:

a. L’igiene e la protezione generale:

La prima arma contro le infezioni è una generale igiene personale e dei luoghi di vita e di lavoro. È necessario ricordare sempre di lavarsi le mani quando sappiamo di essere potenzialmente entrati in contatto con oggetti non puliti e in ogni caso, prima e dopo aver toccato cibo, parti corporee particolarmente soggette all’entrata di batteri e agenti patogeni (es. parti interne), persone debilitate o fragili (ad esempio, i neonati, le persone ammalate ecc.), oggetti che di per sé devono rimanere sterili (es. dispositivi medici di uso quotidiano come siringhe, garze, cerotti ecc., peraltro da utilizzare una volta sola) o aver utilizzato il bagno, sia quello di casa che in luogo pubblico. Un’altra pratica importante è il proteggere il proprio corpo dall’entrata di batteri e agenti patogeni pericolosi, cioè in caso di ferite, abrasioni, lesioni alle gengive e ai denti, attraverso medicazioni e interventi appropriati, e attraverso vaccinazioni, protezioni di sicurezza nella pratica sessuale, un uso appropriato degli oggetti personali, l’evitare il contatto con le persone durante periodi di malattie infettive.

b. L’igiene dei dispositivi medici:

I dispositivi medici utilizzati per esami ambulatoriali o per operazioni chirurgiche devono sempre essere sterili e mantenuti tali. Per questo motivo, rappresenta una buona pratica per le strutture sanitarie l’utilizzo di dispositivi monouso, pensati e studiati per essere facilmente gestibili, insieme alla pulizia degli strumenti di indagine e di analisi, i quali richiedono procedure specifiche di lavaggio e sterilizzazione. Dati recenti, che riguardano i decessi causati in Italia dall’insorgenza di infezioni ospedaliere, registrano fino a un massimo di 7000 casi l’anno. Nonostante l’impegno quotidiano degli operatori sanitari nell’applicare procedure di prevenzione adeguate, il pericolo di infezione nei luoghi di cura rimane alto. Sicuramente la collaborazione dei pazienti e dei loro familiari rappresenta un supporto fondamentale per cercare, insieme al personale medico e infermieristico, di ridurre tutte le possibili fonti di infezione.

Xmed S.r.l.

Via Statale Sud, 113 - Mirandola (MO) - Italy

Tel.: +39.0535.611467 - Fax: +39.0535.607564
E-mail: [email protected] - Pec: [email protected]

Tutti i materiali reperibili nel sito web Xmed s.r.l. possono essere scaricati o stampati esclusivamente per uso personale e non commerciale. Ogni pagina o parte di essa non può essere venduta, pubblicata, modificata, riprodotta o sottoposta ad altro trattamento senza l'approvazione scritta di Xmed s.r.l.

Certificazioni